Salta al contenuto



Chiesa Parrocchiale della Presentazione del SignoreIl vecchio edificio parrocchiale già agli inizi del secolo scorso risultava angusto per una popolazione che aveva quasi raggiunto i duemila abitanti.
Tutti gli arcivescovi in visita pastorale a Mesero, a partire dal beato cardinale Andrea Carlo Ferrari nel 1906, avevano fatto voti perché si erigesse un nuovo edificio sacro più capiente.
Tentarono l'impresa i parroci don Remigio Timo nel 1910, morto pochi mesi dopo aver lanciato l'iniziativa e don Giuseppe Airaghi nel 1946, che vi rinunciò per non aver avuto l'adesione unanime di tutte le famiglie.

Il parroco don Gesuino Corti, succeduto a don Airaghi nel 1961, pensò che i tempi fossero maturi per iniziare l'erezione della nuova parrocchiale.
Scelta l'area, dietro la vecchia chiesa, utilizzando la cospicua donazione del dott. Gaetano Borsani, nel 1965 don Gesuino lanciò la campagna per l'edificazione di un tempio rinnovato.
La popolazione, divisa in dodici rioni, corrispondenti ai dodici apostoli, costituì il comitato per la scelta del progetto e la raccolta dei fondi.

Il 25 giugno 1967 il cardinale Giovanni Colombo pose la prima pietra dell'edificio progettato dall'architetto Mario Bussi. I lavori procedettero abbastanza celermente e al termine del 1972 le opere murarie e le decorazioni principali, affidate alla Scuola d'arte Beato Angelico di Milano, erano state portate a compimento. La prima messa fu celebrata la notte di Natale del 1972.
Venne poi organizzata da un apposito comitato la campagna per reperire i fondi per l'acquisto delle campane (poste nel 1974) e infine la nuova chiesa fu consacrata il 18 ottobre 1980 dall'arcivescovo di Milano Carlo Maria Martini.
Su una lapide, affissa all'ingresso della chiesa sono scritte queste parole: "All'intera opera della costruzione hanno provveduto le offerte umili e generose dei parrocchiani".

La pianta del tempio è esagonale, circondata da una fascia perimetrale dove prendono posto le cappelle, il battistero, la sacrestia, i disimpegni.
La luce naturale filtra intensa e radiosa dalle vetrate colorate che adornano i muri perimetrali e i cui elementi cromativi hanno un pregnante significato simbolico.
Un discorso a parte merita l'altare di marmo, opera dello scultore Gino Casanova, chiave di volta di tutto il tema iconografico e liturgico della chiesa. Per completare l'aula ecclesiale manca ora solo la decorazione della cupola absidale: il progetto dell'affresco è già stato approvato dalle superiori autorità ecclesiastiche e presto sarà realizzata l'opera.

Bibliografia:
Storia di Mesero di Valeriano Castiglioni.
Copyright © Valeriano Castiglioni, 2005.

Tratto dai volumi:
Valeriano Castiglioni, Mesero appunti storici, Comune di Mesero, Mesero 1995.
Valeriano Castiglioni, Padre Girolamo da Mesero - un cappuccino nella Francia delle guerre di religione, Comune di Mesero, Mesero 2004.






Inizio Pagina Città di MESERO (MI) - Sito Ufficiale
Via San Bernardo 41 - 20010 MESERO (MI) - Italy
Tel. (+39)02.97285013 - Fax (+39)02.97289674
Codice Fiscale: 03476900158 - Partita IVA: 03476900158
EMail: serviziallapersona@comune.mesero.mi.it
Posta Elettronica Certificata: comune.mesero@pec.regione.lombardia.it
Web: http://www.comune.mesero.mi.it


|